ORARI:
LUN-VEN: 8,30-12,30 e 15,30-19,30
SAB: 8,30-12,30 e 15,00-19,00

L’approccio naturale ed efficace ai primi malanni di stagione

L’approccio naturale ed efficace ai primi malanni di stagione

Le malattie più comuni sono causate da microrganismi “patogeni”, quali virus, batteri e miceti, che, quando il sistema immunitario non riesce a controllarne la proliferazione, vanno a sostituirsi con i microrganismi “fisiologici” che vivono in simbiosi con l’organismo stesso. La prevenzione delle malattie si può attuare in due passaggi:
1.    EVITARE I FATTORI CHE INCIDONO NEGATIVAMENTE SULL’ EFFICIENZA IMMUNITARIA: l’adozione di uno stile di vita e un’alimentazione corretti, a partire dalla nascita col latte materno, evitare il più possibile i farmaci, gli antibiotici soprattutto, ma anche i cortisonici, gli antinfiammatori, non abusare con alcol, fumo e evitare assimilazione di metalli pesanti.
2.    RIPRISTINARE L’EQUILIBRIO DEL SISTEMA IMMUNITARIO: la natura può ancora una volta essere di grande aiuto, grazie all’ impiego dell’Estratto di semi di Pompelmo (GSE), la cui efficacia nei confronti dei patogeni come “pulitore selettivo” è stata confermata da numerosi studi e applicazioni, e di altri estratti naturali dalle eccezionali proprietà salutistiche antinfiammatorie e immunomodulanti.
GSE e prevenzione delle malattie
L’Estratto di semi di Pompelmo, conosciuto ai più con la sigla di GSE (Grapefruit Seed Extract) è ricavato dai semi e dalle membrane del pompelmo (Citrus paradisi); le forme utilizzate sono: l’estratto secco che si presenta come una fine polvere bianco-giallognola e l’estratto glicerico (o glicerinato) che si presenta come un liquido viscoso color caramello.
La sua efficacia è stata ampiamente  dimostrata da Laboratori, Università ed Istituti di tutto il mondo che ne hanno provato l’attività battericida e  batteriostatica nei confronti di svariate centinaia di ceppi batterici patogeni sia Gram+ che Gram-, di parecchi  virus e di decine di miceti e parassiti. 
Ma ciò che principalmente  caratterizza questo meraviglioso estratto è la caratteristica più unica che rara della “selettività”: il GSE infatti non intacca i batteri fisiologici ma, al contrario, ne facilita la proliferazione inibendo i microbi patogeni che entrano in competizione con la flora fisiologica. Questa caratteristica lo rende un “antibiotico” naturale unico: basti pensare agli effetti negativi dei tradizionali antibiotici che non fanno distinzioni flagellando anche la flora batterica fisiologica.
Inoltre l’uso del GSE è totalmente sicuro, è infatti provata l’assoluta mancanza di tossicità, di controindicazioni, di effetti collaterali, di interazione con altri farmaci ed il fatto che non crei alcuna resistenza, il che lo rende la più efficace, completa e sicura alternativa alle cure antibiotiche tradizionali, quando non strettamente necessarie. Per questo motivo il GSE risulta il rimedio ideale nella cura e prevenzione delle affezioni tipicamente stagionali come influenze, raffreddori, otiti, bronchiti, sinusiti, tonsilliti, laringiti  e disturbi affini, oltre che di  innumerevoli altre problematiche sia acute che croniche.
La natura può aiutarti con
Estratto di semi di Pompelmo: agendo come uno straordinario “pulitore selettivo”, è efficace sui patogeni, ma non intacca in modo significativo la flora microbica delle mucose, consentendo invece la ricostruzione della flora benefica, che rappresenta la prima linea di difesa del nostro organismo verso qualsiasi aggressione esterna, garantendo così la protezione dalle infezioni.
Boswellia serrata: è un albero originario dell’India e della Cina, familiarmente conosciuto come Incenso. Dalla sua corteccia si ottiene infatti un essudato gommoso e balsamico, noto fin dall’antichità oltre che per le sue caratteristiche virtù aromatiche, anche per le spiccate proprietà antinfiammatorie. Contiene infatti sostanze triterpeniche, gli acidi boswellici, che agiscono da antinfiammatori non produce gli effetti collaterali gastrolesivi tipici dei FANS.
Ananas sativus: è una pianta esotica molto diffusa nei climi tropicali, il cui gambo è dotato di spiccate attività antinfiammatorie ed antiedemigene sulle mucose, grazie all’elevato contenuto in bromelina, enzima ad attività proteolitica.
L’azione antinfiammatoria si esplica grazie alla modulazione della cascata dell’acido arachidonico con il risultato di un incremento delle prostaglandine ad attività antinfiammatoria a discapito di quelle ad attività pro-infiammatoria.
Uncaria: rivela una potente efficacia quale regolatrice del sistema immunitario. Il suo utilizzo porta ad un aumento della resistenza nell’organismo alle infezioni e migliora la risposta in caso di malattia.




Scroll